Motorola ha lanciato il suo nuovo smartphone esclusivo e dalla chiara impronta nostalgica: stiamo parlando del suo Razr 5G, un device che ricalca le sembianze del mitico dispositivo a conchiglia che è stato il simbolo indiscusso della telefonia mobile trendy prima dell'avvento dell'iPhone.
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Uno dei brand che ha fatto indiscutibilmente la storia della telefonia mobile – Motorola – ha portato a termine una clamorosa operazione nostalgica: con il lancio del suo nuovo smartphone Android RAZR 5G, ha declinato in chiave moderna lo storico device a conchiglia che, tra il 2004 e l’avvento dell’iPhone, è stato senz’ombra di dubbio un emblema dell’elettronica trendy.

Motorola RAZR 5G: il ritorno al futuro con uno smartphone

Dopo esser stata acquisita da Lenovo qualche anno fa, in seguito al suo lento ma inesorabile declino, Motorola torna ora alla carica con uno smartphone contraddistinto da un’impronta nostalgica che non ha bisogno di presentazioni. Il suo nuovo RAZR 5G, infatti, ricalca dopo 15 anni – seppure con tutto il bagaglio tecnologico più evoluto – il famoso cellulare a conchiglia, con un device nato per supportare i nuovi standard delle telecomunicazioni, con un display pieghevole che lo colloca tra gli smartphone e i tablet, il tutto per circa 1’600 euro.

La natura esclusiva del prodotto si percepisce sin dal packaging a forma di piramide, dentro cui fa bella mostra di sé questo device raffinato, come testimonia l’uso uniforme del Gorilla Glass 5 tanto sul lato frontale quanto su quello posteriore. Da chiuso, il dispositivo misura 91.7 x 72.6 x 16 mm, che diventano 169.2 x 72.6 x 7.9 mm da aperto, il tutto su 192 grammi. Sulla cornice laterale, trovano posto bilanciere del volume (a destra) e il pulsante per l’accensione (a sinistra). Sul fondo, invece, sono presenti la porta USB-C, lo slot per la nanoSIM e l’altoparlante.

Il vetro posteriore, invece, ospita il sensore per le impronte digitali. Da notare la presenza del display esterno – sul lato anteriore – definito non a caso Quick View (OLED, 2.7″, 800×600 pixel), che offre un’anteprima delle notifiche per evitare una continua apertura del device da parte degli utenti.

Le specifiche del Motorola RAZR 5G

Il display interno è di tipo P-OLED da 6.2 pollici, del tipo CINEMAVision (21:9), la cui risoluzione è da 2’142×876 pixel. Per quanto riguarda il processore, è invece presente uno Snapdragon 765G, octa core (Kryo 475 da 2.3 GHz, il principale; Kryo 475 da 2.2 GHz, il secondario entrambi su Cortex A76) e i restanti 6 core da 1.8 GHz, su Cortex A55. La GPU è invece Adreno 620. La dotazione di RAM è pari a 8GB, mentre per l’archiviazione sono disponibili 256 GB.

A livello di multimedia, è presente una fotocamera posteriore da 48MP (f/1.7, 1/2.0″ 0.8µm) e una interna da 20 MP (f/2.2). Lo smartphone è in grado di registrazione video 4K (30 fps) oppure FullHD da 30 o 60 fps. La batteria è forse una delle specifiche che potrebbe convincere meno gli utenti: offre soli 2’800 mAh, anche in ragione delle particolari proporzioni del device. È comunque da segnalare la disponibilità della ricarica rapida, con l’alimentazione TurboCharger da 18W.